Tipologie di supplenze e modalità di convocazione.

articolo scritto il 1 ottobre 2014

In un articolo di ItaliaOggi firmato da Alessandra Ricciardi di ieri la testata giornalistica anticipa alcuni contenuti del testo della spending review trasmessa dal Ministero dell’Istruzione a quello dell’Economia sulla possibile eliminazione delle supplenze brevi per i docenti e fino a 7 giorni per il personale ATA. In attesa di conoscere nello specifico i contenuti e le possibili applicazioni e ricadute sull’attuale impianto normativo in fatto di nomine per le supplenze riepiloghiamo di seguito le modalità per le convocazioni  sia per il personale docente che per il personale ATA della scuola statale.

 

 

Supplenze docenti fino a 10 giorni nella scuola primaria e dell’infanzia

 

Per questa tipologia di supplenza sono convocati solo gli aspiranti che hanno espresso,nella domanda, la loro volontà di ottenere tale tipologia di supplenza.

 

  • Le  scuole,  una  volta  individuati  gli  interessati  attraverso  il  sistema informativo,  interpellano  gli  aspiranti  durante  la  fascia  oraria  di reperibilità che va dalle ore 7.30 alle ore 9.00, utilizzando il recapito di telefono cellulare e/o fisso.Lamancatarispostaèconsideratarinuncia e comporta l’immediato ulteriore scorrimento delle graduatorie.
  • In caso di esito negativo,in quanto nel predetto arco orario nessuno abbia contestualmente accettato la supplenza, dalle ore 9,00 alle ore 10,00, possono essere prese in considerazione situazioni eventualmente lasciate in sospeso nella fase precedente (in quanto non è avvenuto un contatto diretto con l’aspirante), attribuendo la supplenza al primo aspirante disponibile.
  • Non si considera rinunciatario chi ha già ricevuta e accettata un’altra proposta o non è già occupato anche ad orario ridotto.
  •  Il raggiungimento della sede deve avvenire in tempi rapidi.

 

Le scuole possono anche utilizzare direttamente il sistema “Vivifacile” anche per questa tipologia di supplenze, rispettando la medesima fascia di reperibilità (7,30-9,00).

 

Altre tipologie di supplenza (Docenti e ATA)

 

A partire dal 2011/2012 per le convocazioni, sia dei docenti che degli ATA, è stato attivato un nuovo sistema di gestione delle convocazioni.

 

Il sistema prevede che all’aspirante/agli aspiranti, individuati attraverso il sistema informativo sia inviato:

 

  • un messaggio di posta elettronica con avviso di ricevimento, all’indirizzo indicato nella domanda (posta certificata o posta elettronica tradizionale) contenente tutti i dettagli della supplenza. (precedentemente era previsto anche una avviso via SMS, attualmente non più attivo).

 

La comunicazione relativa alla proposta di assunzione deve contenere:

 

  •  i dati essenziali relativi alla supplenza e cioè la data di inizio, la durata, l’orario complessivo settimanale, distinto con i singoli giorni di impegno
  • il termine (giorno e ora) entro il quale deve avvenire la convocazione o pervenire il riscontro
  •  le indicazioni di tutti i recapiti idonei a poter contattare la scuola da parte degli aspiranti
  • nel caso di convocazione multipla, diretta a più aspiranti, la comunicazione deve inoltre contenere:

–   l’ordine digraduatoria in cui ciascuno si collocarispetto agli altri convocati

–   la data in cui sarà assegnata la supplenza di modo che trascorse 24 ore da tale termine tutti gli aspiranti che avevano riscontrato positivamente l’offerta e non siano risultati assegnatari della supplenza possano considerarsi sciolti da ogni vincolo di accettazione

 

Per le supplenze pari o superiori a 30 giorni, la proposta di assunzione deve essere trasmessa con un preavviso di almeno 24 ore rispetto al termine utile per la risposta e con ulteriore termine di almeno 24 ore per la presa di servizio.

 

Nei casi in cui per qualunque motivo l’utilizzazione della piattaforma possa risultare non praticabile le scuole provvederanno alle convocazioni utilizzando le precedenti procedure (fonogramma/telegramma).

Condividi: