In attesa del censimento del MIUR sulla consistenza dei docenti inseriti nelle GaE e concorso per le future assunzioni Voglioilruolo anticipa con la sua elaborazione alcuni dati.

articolo scritto il 30 settembre 2014

Con la lettera prot. 9842 del 23 settembre 2014 il MIUR ha esortato gli Uffici Scolastici a terminare le operazioni di immissioni in ruolo riferite all’a.s. 2014/15 con relativa trasmissione dei contratti stipulati al sistema informativo entro il 15 ottobre 2014. Ricordiamo, infatti, che in molti ATP si stanno ancora svolgendo le operazioni di nomina e che spesso, come successo in passato, tali operazioni si sono protratte fino al mese di marzo. Solo successivamente con l’acquisizione di questi dati il ministero avrà la possibilità di verificare le reali disponibilità per le prossime assunzione a tempo indeterminato quantificando la consistenza dei candidati ancora presenti nelle graduatorie ad esaurimento e dei concorsi. Ma quanti docenti sono presenti nelle graduatorie ad esaurimento; quanti di questi hanno superato il Concorso 2012? Inoltre ci sono docenti presenti sia in graduatoria nel settore primario e secondario e quanti sono? Infine quanti hanno la specializzazione sul sostegno e come sono ripartiti tra i vari ordini di scuola? Analizzando i dati delle graduatorie di ogni ordine e grado delle graduatorie ad esaurimento aggiornate al 2014 con quelle del Concorso 2012 Voglioilruolo è in grado di rispondere a queste domande fornendo nuovi dati di sicuro interesse.

I docenti iscritti nelle GaE sono nel totale 155.217 ripartiti tra i vari ordini di scuola. Quasi equamente suddivisi i docenti tra il settore primario e secondario. Le scuole medie e superiori rappresentano insieme il 53% del totale il restante 45% dalla scuola dell’infanzia e primaria il 2% dal personale educativo.
Analizzando ulteriormente questi dati è emerso che su un totale di 155.217 docenti iscritti nelle graduatorie ad esaurimento 2014 solo 5.017 di questi, ha superato il Concorso 2012 dato questo interessante che contrasta sensibilmente con l’elevato numero dei docenti presenti nelle GaE. Conferma che questo concorso fin dall’inizio da più parti discusso non ha riscosso l’auspicato interesse da parte dei docenti precari. Pertanto è il caso di dirlo che il concorso dei “record” così battezzato dalla stampa per numero di partecipanti, ricordiamo 321.210 aspiranti per 11.542 posti, ha rappresentato per più della metà dei posti a bando un’opportunità lavorativa per personale non propriamente precario o quantomeno docenti non stabilmente impegnato nel mondo della scuola.

Dall’analisi dei dati emerge poi un’interessante competenza trasversale che i docenti italiani possono vantare. Infatti, incrociando le graduatorie del settore primario e secondario emerge che ben 18.125 docenti sono contemporaneamente presenti in entrambi i settori. Competenze dicevamo che sono maggiormente visibili se dividiamo il totale dei docenti per numero di graduatorie nelle quali sono presenti. Chi è presente in una singola graduatoria è rappresentato con 58.183 unità, per poi passare a 55.590 per coloro inseriti in 2 graduatorie che diventano 5 per 3.588 docenti. Il podio dei docenti con presenza in più graduatorie vede al terzo posto, con 9 graduatorie, ben 42 docenti che si riducono a 5 per la medaglia d’argento inseriti in 10 graduatorie fino ad arrivare in vetta con la presenza in ben 11 graduatorie di soli due titolatissimi e pluriabilitati insegnanti.

Focalizzando infine l’attenzione sul totale degli insegnati di sostegno iscritti nelle GaE emerge che questi rappresentano una grossa fetta del totale. Il maggior numero è presente alle superiori con 20.240 docenti ovvero il 42% degli iscritti nelle GaE.

 

 

 

 

 

 

 

Condividi: