INFORMATIVA MIUR CORSO CONCORSO DIRIGENTI SCOLASTICI.

articolo scritto il 28 giugno 2016

Si è tenuto ieri al MIUR, l’incontro per un primo confronto con le OO.SS sullo schema di regolamento relativo all’atteso corso-concorso per dirigenti scolastici.

L’Amministrazione, rappresentata dalla dr.ssa Maria Maddalena Novelli, coadiuvata dalla dr.ssa Sabrina Capasso, ha richiesto alle Organizzazioni Sindacali di esplicitare un primo parere sulla bozza di regolamento. Durante l’informativa l’Amministrazione ha chiarito che i posti da destinare al corso- concorso riguarderanno l’arco temporale settembre 2016 – 31 agosto 2019.

Dopo il parere richiesto al CSPI il MIUR avanzerà la richiesta alla Funzione Pubblica e al MEF per bandire il concorso a Dirigente scolastico. Il concorso prevede un’eventuale prova selettiva che si effettuerà solo se il numero di partecipanti sarà superiore a tre volte il numero dei posti messi a bando a livello nazionale (circa 1000); seguirà un corso di formazione dirigenziale e un tirocinio. Potrà presentare domanda di partecipazione  on-line  il personale docente ed educativo assunto a tempo indeterminato in possesso di diploma magistrale o specialistico o accademico di II livello conseguito secondo il vecchio ordinamento e che abbia un’anzianità di servizio pari almeno a 5 anni, compreso il servizio preruolo. Nella domanda si dovranno  indicare l’ordine di preferenza fra tutte le Regioni (per conoscere la sede di svolgimento del corso di formazione e la sede per svolgere il tirocinio), e una lingua straniera (inglese, francese , spagnolo o tedesco) da utilizzare per rispondere alla domanda in lingua che i candidati troveranno tra le cinque domande a risposta aperta. La prova scritta consisterà in 5 domande a risposta aperta, di cui una in lingua, e verterà sulle seguenti tematiche: normativa scolastica, modalità di conduzione di organizzazioni complesse con particolare riferimento alle istituzioni scolastiche, organizzazione degli ambienti di apprendimento, organizzazione del lavoro e del personale, valutazione e autovalutazione del personale, degli apprendimenti, dei sistemi e dei processi scolastici, diritto civile e amministrativo, contabilità dello Stato, sistemi educativi dei Paesi dell’U.E.. La prova sarà superata con un punteggio pari o superiore a 70/100. La prova orale si baserà su un colloquio che verterà sulle stesse tematiche della prova scritta e sulla conoscenza dell’informatica e della lingua straniera prescelta; sarà superata se si consegue il punteggio minimo di 70/100. Chi supererà le prove orali sarà ammesso al corso di formazione della durata di 4 mesi di cui 2 anche a distanza. Il corso può essere organizzato a livello regionale ed è valutato da una commissione diversa da quella giudicatrice del concorso. I candidati che avranno frequentato il corso di formazione con profitto sono ammessi al tirocinio che dura altri 4 mesi ed è svolto presso istituzioni scolastiche individuate dall’USR. Terminato il tirocinio i candidati sono ammessi al colloquio finale superato il quale sono inseriti nella graduatoria generale di merito a carattere nazionale e formata in base al punteggio complessivo finale conseguito da ciascun candidato. Il corso-concorso prenderà il via il prossimo autunno e non potrà certamente essere concluso prima dell’avvio dell’a.s.2016/17 ma slitterà al successivo.

Condividi: